La Lunigiana, regione storica situata tra la Toscana, la Pianura Padana e la Liguria, è sempre stata una terra di passaggio e un corridoio naturale tra territori diversi.
Una terra affascinate e ricca, in cui l’ambiente e il paesaggio hanno mantenuto intatto tutto il loro fascino e in cui ancora si conservano i segni che l’uomo ha lasciato nei secoli, attraverso la pietra e il marmo:
le misteriose Statue Stele preistoriche, i numerosi e affascinanti castelli, le pievi medievali, i caratteristici borghi, gli antichi cammini della Via Francigena, e una serie impressionante di raffinate opere d’arte medievali, rinascimentali e barocche.
Una terra ospitale in cui tradizioni popolari e prodotti della terra sono ancora quelli di un tempo.
Una terra da scoprire lentamente, da attraversare senza fretta, da assaporare con attenzione e gusto della sorpresa.Caratteristici e affascinanti sono i borghi e i castelli della Lunigiana; il Castello del Piagnaro di Pontremoli, i Castelli di Fosdinovo, Lusuolo, Malgrate, Massa, Montignoso, il Castello dell’Aquila di Gragnola e molti altri.
Immergersi nell’epoca medioevale visitando i borghi come Filetto, Montereggio, Ponticello, le pievi romaniche come la pieve di Sorano a Filattiera, la pieve di Codiponte, la pieve di San Paolo di Vendaso e ancora città ricche di storia e tradizioni come Pontremoli, la città del Libro, e Fivizzano, la città di stampatori e letterati.
Ricco è il patrimonio museale del territorio, come il Museo delle Statue Stele Lunigianesi di Pontremoli, il Museo Etnografico di Villafranca, il Museo dell’Abbazia di San Caprasio, il Museo della Stampa di Fivizzano.
Visitando la Lunigiana e possibile “respirare” le tradizioni popolari, il folklore, i prodotti tipici del territorio: il miele IGP, i testaroli, i panigacci, la farina di castagne DOP della Lunigiana, l’olio d’oliva e i vini del Candia e dei coli di Luni, i salumi e i formaggi realizzati dai produttori locali. Il tutto a pochi chilometri dal mare della Versilia e delle 5 Terre e dalle Città d’Arte di Toscana e Liguria.
© www.turismoinlunigiana.it.

CONFINI

La Lunigiana è una terra il cui territorio è diviso tra quello delle regioni Toscana, Liguria ed Emilia. I confini fisici della Lunigiana corrispondono, sul versante dell’Appennino Tosco-Emiliano, sostanzialmente a quelli esistenti tra il bacino idrografico del fiume Magra e quelli degli affluenti appenninici del Po.
Confine fisico che corrisponde quasi interamente a quello politico tra le province di Massa-Carrara, Parma e Reggio Emilia.
Il lato sud della Lunigiana geografica è molto sfumato essendo le monumentali Alpi Apuane che la separano dal litorale della Versilia ed in parte dalla Garfagnana, più un elemento di coesione che non di divisione.
Sul lato occidentale, quello dell’Appennino Ligure orientale, il comune di Albareto, in val di Taro, in provincia di Parma, viene fatto rientrare nella Lunigiana Storica.
Lungo il crinale delle montagne, a sud del Monte Gottero (1.639 m), i confini lunigianesi seguono la cresta appenninica che separa il bacino idrografico del fiume Magra da quello del Vara.

COME ARRIVARE

In automobile è raggiungibile da nord attraverso l’Autosole A1 fino a Parma e quindi l’autostrada della Cisa A15 Parma-La Spezia.
Il primo casello che si incontra è Pontremoli e poi Aulla, fino ad arrivare a Santo Stefano Magra e Sarzana.
È anche possibile prendere la A7 Milano-Genova e collegarsi quindi con la A12 Genova-Livorno.
Da Sud la Lunigiana è raggiungibile attraverso l’Autosole A1, fino a Firenze, e poi con la Firenze-Mare A11 e la Livorno-Genova A12 collegandosi con l’A15.
In treno da nord è possibile arrivare a Pontremoli e Aulla con il treno Milano-Livorno, oppure cambiare a Parma e prendere la Linea Ferroviaria La Spezia-Parma.
In aereo l’aeroporto più vicino è l’Aeroporto Internazionale “Galileo Galilei” di Pisa.
Anche gli aeroporti di Firenze, Parma e Genova possono essere usati per arrivare in Lunigiana.
Cerreto-Alpi

Il territorio

Updated on 2016-06-28T14:20:38+00:00, by administrator.